Sigla! – The Walking Dead

A pochi giorni dall’Apocalisse, c’è chi si prepara costruendo bunker in cantina e migliorando le proprie capacità di caccia. Noi gente con la conca sul divano si finisce di guardare la terza stagione di The Walking Dead assaporando il momento in cui sparare in faccia al vicino sarà considerata azione per il bene comune.

Ritorna quindi la serie con il più alto tasso di mortalità dei propri personaggi e lo fa con una stagione lontana anni luce dalla soporifera seconda. Adios fattoria, benvenuta prigione: una location che fin da subito si rivela azzeccata, sia per quanto riguarda la strategia (ciò che prima impediva ai detenuti di uscire impedisce ora agli zombie di entrare), sia per le possibilità di azione. Perché qui finalmente di azione ce n’è, e parecchia pure. Ci riallacciamo al nostro gruppetto di superstiti dopo otto mesi passati all’addiaccio. Per forza di cose li ritroviamo ora più scafati, attrezzati e votati al massacro. Sempre meno umani quindi, tutti tesi alla sopravvivenza e disposti a lasciare ben poco margine a qualunque altra cosa. Abbandonate le fregnacce da good boy, Rick si rivela per il leader che è, disposto a piantare macheti in testa al primo venuto che mini la sopravvivenza del gruppo. Per farti capire quanto questo ci possa piacere posso dire che perfino quelle palle al piede di Lori e figlio si danno una svegliata e dimostrano nel corso della stagione l’imprescindibilità di un buon copione. Senza parlare poi delle new entry: Michonne e il Governatore sono ciò che di meglio potessimo chiedere a un mondo dove le regole sono tutte da riscrivere. Perché infatti perdere tempo filosofeggiando quando puoi tagliuzzare qualche zombie con due colpi di katana? Una stagione questa molto più interessante e ansiogena delle precedenti, che merita una sigla nuova di pacca.

Ode quindi al neo showrunner Glen Mazzara. Alla quarta puntata ci ha sparato una di quelle bombe come non se ne vedevano dal ritrovamento di Sofia. Speriamo possa fare qualcosa anche per quella gattamorta di Andrea.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...